Regole e consigli per la donazione

Le domande che ci vengono poste più frequentemente da chi è già donatore, o da chi vorrebbe diventarlo a breve, hanno a che fare quasi sempre con dubbi legati allo “stato di salute“.
Questo dimostra quanto sia alto il livello di attenzione, sensibilità e accortezza dei donatori nel donare gratuitamente il proprio sangue a chi ne ha bisogno (bravi, grazie!).

Riportiamo quindi in questa pagina le indicazioni ufficiali rilasciate dall’Azienda U.L.S.S. N.6 EUGANEA.
La fonte da cui abbiamo estratto i contenuti di seguito riportati è il documento cartaceo che è viene consegnato a tutti i donatori in seguito  alla donazione (nello specifico quello da cui abbiamo preso spunto è stato dato ad un nostro donatore in Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Camposampiero a fine Maggio 2017).
Nota: qualche contenuto lo abbiamo aggiunto noi, per rendere la lettura più scorrevole! 🙂

Alcune semplici regole da seguire prima di una donazione:

  • Se è la prima donazione dell’anno, e desideri che venga fatto il controllo annuale è necessario recarsi a completo digiuno.
  • Prima di ogni donazione (escluso il caso precedente) è consigliabile assumere un po’ di thè, o caffè, o 2 biscotti secchi o 2 fette biscottate (attenzione: no tutto assieme!). Lo scopo è quello di evitare di arrivare a stomaco vuoto, completamente scarichi e fiacchi. La donazione deve essere una gioia, no una tortura!
  • Prima di ogni donazione è assolutamente necessario evitare cibi grassi, latte e derivati del latte (burro, biscotti al burro, cioccolato, …)
  • Portare eventuali esiti di esami o accertamenti eseguiti di recente e la scatola (o ricordare il nome) di farmaci assunti.
  • Andare a donare solo se si è in buona salute
  • Rispettare gli intervalli minimi di donazione:
    • 90 giorni fra donazione di sangue e donazione di sangue (180 se donna)
    • 30 giorni fra donazione di plasma e donazione di plasma
    • 30 giorni fra donazione di sangue e donazione di plasma/piastrine
    • 30 giorni fra donazione di plasma/piastrine e donazione di sangue
    • 30 giorni fra donazione di plasma e donazione di piastrine

Nel caso in cui invece tu sia stato sottoposto a cure mediche di vario tipo, esami, o sei stato un po’ ammalato, è necessario rispettare gli intervalli di sospensione seguenti:

  • Assunzione antibiotici: 15 giorni
  • Assunzione di Aspirina o antinfiammatori (per la donazione di piastrine): 5-7 giorni
  • Affezioni di tipo influenzale e/o febbre superiore a 38°: 15 giorni
  • Piccoli interventi chirurgici (esempio: cisti, lipomi)
  • Cure odontoiatriche (esempio: estrazione dentaria e devitalizzazione): 7 giorni dalla completa guarigione
  • Trasfusioni, contatti con sangue e emoderivati, rapporti sessuali a rischio di trasmissione di malattie infettive, tatuaggi, piercing, agopuntura se non eseguita da professionisti qualificati: almeno 4 mesi
  • Interventi chirurgici maggiori: almeno 4 mesi
  • Endoscopie (esempio: colon, gastroscopia, …) almeno 4 mesi
  • Gravidanza: 6 mesi dal parto (escluse circostanze particolari, che saranno comunque sottoposte alla discrezione del medico che effettua la selezione e accettazione dei donatori)
  • Interruzione di gravidanza: 6 mesi
  • Viaggi in paesi extraeuropei: contattare il Servizio Trasfusionale
  • Altre problematiche: contattare il Servizio Trasfusionale

Per qualsiasi altro dubbio che potresti avere, è necessario contattare il Servizio Trasfusionale, che è disponibile per colloqui personali o telefonici, dal Lunedì al Venerdì dalle 15 alle 17.
In questa pagina (clicca qui) trovi i numeri di telefono e gli indirizzi dei Centri Trasfusionali di Cittadella e Camposampiero.

Se nei giorni successivi alla donazione accusi qualche malessere o qualsiasi stato di salute non perfetto, contatta e avvisa subito il Centro Trasfusionale in cui è avvenuta la donazione.

 

Condividi questa pagina: